Cos’è il memory foam?

Cos’è il memory foam?

30 Marzo 2021 By admin

Questa schiuma, più precisamente questo materiale viscoelastico, è stato sviluppato dalla NASA con proprietà uniche e innovative per la riduzione della pressione esercitata dal corpo sulla superficie. Rientra nell’ampia categoria dei poliuretani, ma si distingue per la sua capacità di auto-modellarsi in base al calore ed alla pressione esercitata.

Questo tipo di materiale sintetico è nato come diretta conseguenza del programma spaziale negli anni Sessanta, sebbene fosse all’inizio del ’90 quando i ricercatori sono riusciti a incorporarlo nell’uso domestico. Il materiale viscoelastico (chiamato anche, in italiano o altre lingue, viscoelastico, visco elastico, schiuma, schiuma di memoria, schiuma con memoria ecc…) è utilizzato oggi in molti ospedali, si potrebbe anche dire che ha un effetto curativo alleviando la pressione nelle zone delicate e infiammate.

Caratteristiche memory foam

Il sito MiglioriMaterassi.it considera i materassi in memory foam i migliori per rapporto qualità-prezzo, anche se, tra quelli in memory, ci sono prodotti molto diversi tra loro ed è fondamentale scegliere la soluzione ideale per un riposo rigenerante.

Una delle principali esigenze del corpo umano è, infatti, proprio il riposo. Più profondo e senza interruzioni è il riposo, maggiore è l’effetto riparatore e rinnovatore che questo avrà per il nostro corpo, con ottimi benefici per la salute nel suo complesso. Diverse sono le cause che possono farci uscire dalla fase del sonno profondo. Una di queste è la pressione che esercita la superficie dove riposiamo sul nostro corpo, al punto da costringerci a cambiare posizione. Questo movimento provoca un micro-risveglio che ci fa uscire dalla fase del sonno profondo.

L’adattabilità del materiale viscoelastico, sua più grande prerogativa, elimina la pressione della superficie di appoggio sul corpo, permettendo di rimanere più tempo nella fase ottimale di riposo. Gli specialisti del riposo hanno scoperto che il materasso ottimale per riposare non dovrebbe essere né duro né morbido. Il materiale viscoelastico è costituito da celle aperte che permettono all’aria di circolare liberamente garantendo la massima igiene e, grazie alla sua alta tecnologia e al suo sviluppo, si adatta completamente al corpo, laddove altri materassi lo costringono adattarsi alla superficie sulla quale si poggiano.

Nella categoria “”memory foam”” rientrano, tuttavia, materiali di diverse qualità e fascia di prezzo. Ci sono tante tipologie di memory e sarà molto importante tener conto sia della linea di memory usata che della sua densità. D’altronde, se il prezzo del memory varia in base al peso, è chiaro come un memory ad alta densità comporti la presenza, in buona sostanza, di più materiale e, quindi, di un peso/costo maggiore.

Differenza tra materassi in lattice e materassi in memory foam

Il lattice è un materiale elastico che viene ricavato dalla resina di un albero e quindi ha i problemi che ne derivano come il suo peso (molto importante) ed un forte odore. Inoltre, i batteri con l’umidità lo attaccano facilmente e quindi dobbiamo capovolgere spesso il materasso, sebbene sia ingombrante e pesante. Potremmo dire che è un prodotto sopravvalutato dal mercato. Il memory foam è un materiale viscoso e non ha i problemi del lattice. Si adatta molto meglio al contorno del corpo e non ha vibrazioni di movimento in quanto non è elastico.
Per chiarire meglio la differenza, potremmo dire che, premendo al centro di un materasso in lattice, le parti esterne del piano tendono ad inclinarsi perché è un materiale elastico, mentre in un materiale viscoelastico entra solo la mano, proprio in virtù di una migliore adattabilità.

Quanto appena detto vale per i materassi in lattice naturale, molto costosi e con i difetti di cui sopra, ma comunque validi e con tanti studi alle spalle. Non vogliamo neanche prendere in considerazione i materassi in lattice sintetico, economici e scadenti, pronti a danneggiarsi nel giro di poco tempo.